Sistema Qualità

Il nostro obiettivo è la soddisfazione del cliente. Tutto ciò lo otteniamo mediante i processi aziendali  che massimizzano la qualità dei servizi. Lo sforzo dell’Azienda inoltre, è concentrato verso la ricerca del miglioramento dei processi, per arrivare alla realizzazione di servizi di qualità crescente ed economicamente vantaggiosi.

Per questo motivo la nostra Azienda è certificata secondo le norme  UNI EN ISO 9001:2008.

 La Coop. RIFREDI si è dotata di un Sistema Qualità aziendale al fine:
– di garantire la conformità dei servizi forniti ai requisiti specificati;
– di perseguire gli obiettivi prefissati per la realizzazione della politica della qualità stabilita;
– di ottimizzare i costi di gestione attraverso un impiego efficace ed efficiente delle risorse umane e materiali.

Il Sistema di Qualità, che si è adottato, prevede che tutto il personale operi, in ogni circostanza, con il massimo impegno e professionalità, rispettando le direttive ed istruzioni impartite dai Capi Servizio, anteponendo sempre e comunque le esigenze del cliente a quelle aziendali. La professionalità è frutto di una regolare attività di formazione.

Altra caratteristica distintiva del Sistema Qualità della Coop. RIFREDI è la costante attenzione verso il miglioramento continuo della qualità e del servizio. Questo avviene attraverso il monitoraggio costante di alcuni indicatori che consentono di avvicinare progressivamente la qualità erogata alla qualità percepita dal cliente, fino a farle coincidere, Questo deve essere il punto di riferimento costante dell’attività dell’azienda.

Il Responsabile Gestione del Sistema Qualità (GSQ) della Coop. RIFREDI, appositamente delegato dal CDA, ha esplicito compito di dare pratica attuazione a questi principi, sia ufficializzando all’interno e all’esterno dell’azienda la scelta per la qualità, sia garantendo l’applicazione della stessa da parte di tutto il personale.

I clienti in possesso di login, possono scaricare una copia “informativa” del manuale della qualità, andando su “Download”.